Blupixel IT Blog – Articoli e Tutorial Informatica e Programmazione

Blog ufficiale di Blupixel IT Srl

Lanciare una seconda istanza di skype su Ubuntu Linux

A volte potrebbe essere necessario avere sullo stesso computer due istanze di Skype contemporaneamente.

Di seguito i passaggi per farlo su un generico sistema Linux e quindi per mettere l’icona della seconda istanza sulla launchbar di ubuntu.

Prima cosa bisogna creare una nuova cartella Skype nella propria home

mkdir ~/.personalSkype

Quindi conviene duplicare l’esecutivo skype per permettere al sistema di collegare correttamente le finestre all’istanza giusta:

sudo ln -s /usr/bin/skype /usr/bin/skype2nd

Adesso si potrà lanciare la seconda istanza di skype con il comando

skype2nd --dbpath=~/.personalSkype

 

Per creare un’icona nella barra sinistra di Ubuntu seguire i seguenti passaggi:

1. Creare una nuova icona per skype (ad esempio la S verde), chiamarla skype-personal.png (o altro nome se preferite, ma dovrete modificare il prossimo file) e salvarla nella cartella /usr/share/icons/hicolor/64×64/apps/ (saranno necessari i privilegi di root)

2. Creare un file chiamato SkypePersonal.desktop nella cartella /usr/share/applications con il seguente contenuto

#!/usr/bin/env xdg-open
[Desktop Entry]
Version=1.0
Type=Application
Terminal=false
Icon=skype-personal
Name=Skype 2nd
Exec=skype2nd --dbpath=~/.personalSkype
Name=Skype 2nd
Icon=skype-personal

3. Aprire la cartella /usr/share/applications  nel File Manager e trascinare il nuovo file creato sulla barra a sinistra (launchbar)

Adesso per poter lanciare la seconda istanza sarà sufficiente cliccare sull’icona appena trascinata.

 

Ridimensionare tutte le immagini in una cartella con mogrify – Bash scripting

Se vi dovesse capitare di dover ridimensionare tutte le immagini in una cartella sotto Linux potete usare il comando mogrify. Il comando “convert”, alternativo, non sovrascrive le immagini ma ne crea una copia.

NB! Il comando mogrify sovrascrive le immagini originali!

Prima cosa accedete alla cartella delle immagini, e poi digitate:

mogrify -resize NUOVA-LARGHEZZAxNUOVA-ALTEZZA *.ESTENSIONE-IMMAGINI

Quindi, ad esempio, se vogliamo ridimensionare a 150×200 tutte le immagini JPEG faremo:

mogrify -resize 150x200 *.jpeg

Possiamo anche usare una sola dimensione per ridimensionarle mantenendo le proporzioni. Ad esempio, per cambiare solo la larghezza:

mogrify -resize 150x *.jpeg

E solo l’altezza:

mogrify -resize x200 *.jpeg

A presto

Ottenere i files modificati negli ultimi giorni

Creando uno script bash come questo di seguito potete eseguire comandi arbitrari su tutti i files in una cartella che sono stati creati o modificati negli ultimi 7 giorni

#!/bin/bash

# input_directory = $1;
#
# output_directory = $2;

for FILE in `find $1 -mtime -7 | sed 's_.*/__'`
do
	if [ ! -e "$2/${FILE%.*}.mov" ] && [ -e "$1/$FILE" ];
	then
		ffmpeg -i $1/${FILE} $2/${FILE%.*}.mov
	fi
done

Sostanzialmente supponendo di salvare lo script in un file chiamato convert.sh lanciando il comando
$ ./convert.sh /mediaMPG /mediaMOV

Convert tutti i file degli ultimi 7 giorni contenuti nella cartella /mediaMPG in file .mov e li metto nella cartella /mediaMOV.
Modificando quindi il -7 con un altro numero potete modificare il numero di giorni fino a cui andare a ritroso.
Vediamo i passaggi riga per riga:

  • Le prime righe con il # all’inizio indicano dei commenti. Mi servono per ricordare che il primo argomento passato ($1) è la directory di input, mentre il secondo ($2) è quella di output
  • nella riga del for prendo tutti i file che trovo con il comando all’interno degli apici `. Con questo comando ritorno tutti i file modificati negli ultimi 7 giorni (-mtime -7) nella directory di input passata dalla linea di comando
  • Dopodichè con l’if controllo che il file di destinazione non esista (per non sovrascriverlo) e lancio ffmpeg per convertire il file trovato in un .mov con lo stesso nome nella directory di ouput passata da linea di comando.

Naturalmente potete mettere il comando che volete all’interno del ciclo for per usare lo script nel modo che vi è più utile.

A presto,